Informazione,  Recensioni

Siero Nero

Appena ho iniziato a leggere questo romanzo (edito da Publistampa) ho capito subito che si tratta di qualcosa di molto autobiografico.
Una storia reale dunque, che viene intrecciata con elementi di fantasia e che portano il lettore a saltare tra passato e presente, fino a poter ricostruire come un puzzle tutta la vicenda.


Matteo Kaba Lorenzi rende la musica protagonista del romanzo, come d’altronde lo è della sua vita. Lo fa perché per lui la musica è ossigeno, è amicizia, è successo.
La fama però potrebbe diventare qualcosa di non gestibile, rischiando di distruggere tutto il “palco” su cui si muove il protagonista.

La curiosità la fa da padrona fin dalla primissima pagina, lo stile narrativo è calzante e ti porta a proseguire la lettura fino all’ultimo senza far calare mai l’interesse.
Entrare nella mente del protagonista è come entrare in quella dell’autore stesso, le riflessioni, i pensieri e i ricordi sono talmente personali che vorresti sgattaiolare nelle pagine in punta di piedi per essere ancora più vicina al protagonista ma senza voler “disturbare”.
Una caratteristica presente e che trovo sempre interessante da introdurre all’interno della narrazione è quella di citare alcune canzoni, così da poterle ascoltare durante la lettura (e magari anche dopo) immergendoti ancora di più nel mondo descritto. 


Matteo ci ha regalato la sua storia d’amore per la musica, fatta di fatiche, di gioie, di soddisfazioni e di delusioni.
Grazie ancora Matteo, per avermi regalato il tuo libro! Scrivi bene, sai incuriosire, appassionare, rendi partecipi fino alla fine.
Come ogni storia d’amore meritava di essere raccontata, ancora di più merita di esser letta. Consigliatissimo! 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *